Nel mondo

Fornitori dell’Aerospazio, Leonardo sigla una partnership con Ecor International

L’azienda di Schio entrerà in LEAP2020, un programma che intende valorizzare le eccellenze tecnologiche consentendo ai migliori fornitori di accedere a nuove opportunità di business nell’Aerospazio. Di questo e delle nuove possibilità di partnership con la catena di fornitura si è parlato durante il Festival Città Impresa.

Ecor International è stata selezionata da Leonardo, una delle prime 10 società al mondo nell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza, come fornitore qualificato e idoneo all’adesione a LEAP2020, Leonardo Empowering Advanced Partnerships.

Si tratta di un programma della durata di 10 anni, previsto dal Piano Industriale di Leonardo, che mira a rafforzare la catena di fornitura e renderla sostenibile nel medio-lungo periodo. L’intento è quello di valorizzare le eccellenze tecnologiche nell’indotto consentendo alle migliori aziende della supply chain di accedere a nuove opportunità di business.

Il programma Leap2020 di Leonardo è rivolto ai fornitori

Questo nuovo rapporto tra azienda e fornitori, all’insegna di un approccio industriale e di filiera con una logica bilaterale, offrirà occasioni reciproche in termini di sviluppo, integrazione, sostenibilità, competitività e performance. Inoltre, Ecor International, già fornitore di Leonardo da diversi anni nell’ambito dell’Aerospazio, potrà aderire a nuovi progetti del comparto aerospaziale e rafforzare la leadership nazionale nella saldatura e nella lavorazione di tuberia.

«L’accordo con Leonardo costituisce una partnership importante per noi, orientati verso la diversificazione del business, e ci apre ad ulteriori sviluppi della strategia per il settore dell’aerospazio –ha commentato Fabrizio Casadei, General Manager di Ecor International-. Il nostro piano industriale prevede, nel prossimo triennio, la crescita della quota di fatturato relativa all’aerospazio dal 10% al 30%, nell’ambito del quale collaboriamo con clienti diversificati e non competitivi tra loro».

La partnership con il fornitore Ecor International permetterà a Leonardo di raggiungere una crescita delle performance e della competitività dei prodotti. Inoltre, consentirà di riportare in Italia tecnologie critiche, come le tubazioni idrauliche per applicazioni aeronautiche, acquistate, in passato, all’estero.

Un momento della tavola rotonda con Leonardo e Ecor International durante il Festival Città Impresa di Vicenza
Un momento della tavola rotonda durante il Festival Città Impresa di Vicenza.

Di questo accordo e dei temi correlati alle catene di fornitura si è parlato durante il Festival Città Impresa di Vicenza, alla tavola rotonda dal titolo “Grandi filiere e fornitori-partner, il caso Leonardo” che si è tenuta a fine marzo. L’incontro è stato condotto da Fabio Savelli, giornalista del Corriere della Sera, e ha visto la partecipazione di Marco Zoff, Chief Procurement & Supply Chain Officer Leonardo e Amministratore Delegato Leonardo Global Solutions; Fabrizio Casadei, General Manager Ecor International e Amministratore Delegato Il Sentiero International Campus; Alessandro Rosso, Amministratore Delegato Tps Group, e Sandro Trento, docente di Economia e Gestione delle Imprese Università di Trento e Direttore Fondazione ERGO. Presente anche la Proprietà di Ecor International nella persona di Chiara Lucietto, Business Director. Tra il pubblico molti giovani e studenti universitari.

Dopo l’intervento di Zoff, che ha parlato del caso Leonardo e dell’esigenza di consolidare la collaborazione con tutta la supply chain per migliorare le prestazioni in termini di consegne e qualità, è intervenuto Rosso, che ha portato la testimonianza dell’azienda che dirige, fornitore storico di Leonardo per i servizi di elettronica.

Un momento della tavola rotonda con Leonardo e Ecor International durante il Festival Città Impresa di Vicenza
Un momento della tavola rotonda durante il Festival Città Impresa di Vicenza.

Casadei è intervenuto sui temi della tecnologia e dell’innovazione citando alcune esperienze già sperimentate che prevedono una partnership strategica con multinazionali per favorire la ricerca e l’innovazione. Leonardo si è dimostrata interessata ad approfondire il modello di queste collaborazioni che potrebbe costituire un esempio efficace e applicabile. Poi Trento è intervenuto sul caso Leonardo e la questione dimensionale delle PMI.

Un altro argomento che è stato al centro del dibattito è stato quello dell’attenzione alla sostenibilità ambientale, richiesta in misura sempre maggiore da consumatori, clienti e stakeholder. In questa prospettiva, Ecor International sta investendo risorse per lo sviluppo di nuovi materiali ecocompatibili per l’applicazione in ambito industriale.

@EcorIntern
mercoledì, Luglio 31st, 2019 at 10:57am
Grazie ad una #ricerca nell'ambito del progetto @TresCleanEU abbiamo sviluppato la nuova metodologia per valutare la pulibilità delle superfici alimentari. Lo studio aiuterà a ridurre l' #impatto #ambientale dei cicli di pulizia. Ecco di che cosa si tratta: https://t.co/EHC6jO3sLo https://t.co/TziDg9BtGt EcorIntern photo
martedì, Luglio 23rd, 2019 at 12:58pm
Il divulgatore scientifico Adrian Fartrade nei giorni scorsi ci ha fatto visita per realizzare delle riprese per il suo canale @Link4Universe. Stiamo preparando un video con @ConfindustriaVi per raccontare quello che facciamo per lo #Spazio! https://t.co/AYfuaBleAr EcorIntern photo